Il sangue è l’intermediario indispensabile tra le cellule del nostro corpo e l’ambiente che ci circonda (ambiente in cui si trova anche il nostro nutrimento). Esso infatti reca alle cellule le sostanze alimentari e l’ossigeno e inoltre elimina le sostanze di rifiuto prodottesi nell’organismo.

Circola in un sistema di canali o vasi, distinti in arterie, vene e capillari ed è spinto dal cuore, che funziona come una pompa aspirante e premente.

La scoperta della circolazione del sangue è attribuita a un italiano, Andrea Cesalpino di Arezzo. Nel 1593 diede una completa descrizione della circolazione del sangue nelle arterie e nelle vene, dimostrando il loro collegamento con i capillari.

 

LA COMPOSIZIONE

Il sangue è un tessuto composto per il % circa da un liquido chiamato plasma e per il restante% principalmente da tre specie di elementi cellulari: i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine.

Esso si distingue in arterioso e venoso: l’arterioso, di colore rosso vivo, è ricco di ossigeno, il venoso, di colore rosso cupo, è carico di anidride carbonica.

Plasma

È prevalentemente formato da acqua che mantiene in sospensione proteine, sostanze minerali e sostanze ottenute dalla digestione degli alimenti. Raccoglie le sostanze di rifiuto, mantiene costante il volume del sangue, cede ai tessuti sostanze nutritive, organizza la coagulazione del sangue attraverso i fattori di coagulazione e il Fibrinogeno.

Globuli rossi

Nell’uomo sono da 5 a 5,8 per millimetro cubo, trasportano l’ossigeno prelevato negli alveoli polmonari e sono prodotti (come anche i globuli bianchi e le piastrine) a partire da cellule indifferenziate presenti nel midollo osseo, dette cellule staminali.

Globuli bianchi

Nell’uomo sono da 4.500 a 10.500 per millimetro cubo e appaiono al microscopio incolori e trasparenti. Hanno il compito di assimilare e distruggere i batteri o altri corpuscoli estranei dannosi all’organismo. Vengono prodotti nella milza, nelle ghiandole linfatiche e nel midollo osseo.

Piastrine

Nel’uomo sono da 150 a 400 per millimetro cubo, hanno parte attiva nell’importante fenomeno della coagulazione in caso di ferite o emorragie. Sono dei frammenti di cellule prodotte dal midollo osseo.